"E l'Eterno mi rispose e disse:
'Scrivi la visione, incidila su delle tavole,
perché si possa leggere speditamente'". Abacuc 2:2

#019 - La Roccia - Matteo 7:24-28

Dove stai costruendo la tua casa - la tua vita -, sulla roccia o sulla sabbia? A chi gli dà retta, a chi mette in pratica ciò che lui dice, Gesù lo paragona all’uomo prudente, che costruisce la sua casa sulla roccia. E la Roccia è lui stesso, Gesù.

Molte persone credono che le parole di Gesù siano belle e interessanti ma quante persone veramente lo prendono sul serio? Non basta soltanto ascoltare le parole di Gesù, è anche necessario credere in lui come essendo il tuo Salvatore, e applicare queste parole alla tua propria vita.

È comune trovare nelle case o negli uffici una Bibbia aperta su qualche bel passaggio. La Parola di Dio è il fondamento di chi vive o di chi lavora lì, o è solo un bell’oggetto d’arredamento? Oppure, forse, una sorta di amuleto per allontanare la sfortuna o per portarci la prosperità?

Chi crede davvero in Gesù, edificherà tutta la sua vita su di lui e sulla sua Parola. Lui è l’eterna Roccia, l’unico terreno sicuro nella tempesta. Costruire la tua vita su qualsiasi altro fondamento è essere insensato, come chi costruisce sulla sabbia. Quando poi arriverà lo tsunami, non ci sarà più niente.

Una costruzione solida richiede l’esplorazione del terreno, i test di resistenza del suolo e perforazioni in cerca dello strato roccioso su cui costruire le fondazioni. Hai già fatto questo tipo di ricerca nella tua vita? Ti sei mai chiesto se stai costruendola su di una base che rimarrà fino alla fine?

L’altro giorno ho viaggiato accanto a un uomo molto ricco. Durante il nostro volo, mi raccontava dei suoi affari milionari, mi diceva che aveva appena finito di costruire una bella villa, e che aveva già comprato un terreno per costruirne un’altra ancora più grande, sul punto più alto del condominio. Secondo lui, doveva spendere i suoi soldi mentre era ancora vivo, perché, dopo la sua morte, non ne aveva idea di dove sarebbe stato.

Ho cercato di dirgli che Gesù voleva che lui conoscesse il suo destino eterno, ma ha subito cambiato argomento, dimostrando di non essere per niente interessato. La cosa più importante per lui era vivere il qui e ora.

Non gliel’ho chiesto, però sono sicuro che, prima di salire su quel volo, avrà controllato il suo biglietto più di una volta, avrà verificato il numero giusto del cancello d’imbarco, e avrà ascoltato con attenzione gli avvisi e le chiamate per il suo volo. E, tutto ciò, soltanto per non perdersi un volo di poco più di un’ora. Ma quando la questione riguardava la sua vita intera... Quanta imprudenza!
E tu, hai già controllato se sei sul volo giusto? Fai attenzione agli avvisi della Parola di Dio? Hai già fissato la tua vita sulla Roccia che è Gesù? Tu ed io dobbiamo ascoltare quello che Gesù ci dice. In fin dei conti, tutti noi siamo lebbrosi per natura, come l’uomo dei prossimi 3 minuti.

Mario Persona - (Tradotto da Cristina Fioretti)

Popular Posts