"E l'Eterno mi rispose e disse:
'Scrivi la visione, incidila su delle tavole,
perché si possa leggere speditamente'". Abacuc 2:2

#036 - I figli della sapienza - Matteo 11:19-24

Negli ultimi 3 minuti abbiamo visto che le persone si comportavano come dei bambini viziati. In realtà non ci sono argomenti validi per qualcuno che deliberatamente desideri dubitare di Gesù. Ecco perché lui ci dice: “Ma la sapienza è stata giustificata dai suoi figliuoli” (Matteo 11:19). In altre versioni troviamo che “la sapienza è stata giustificata dalle opere sue”. Che cosa significano queste parole?

Innanzitutto dobbiamo capire che Gesù è la Sapienza. La Prima Lettera ai Corinzi ci dice che “per quelli i quali son chiamati... predichiamo Cristo, potenza di Dio e sapienza di Dio” (I Corinzi 1:24). Nel capitolo 8 del libro dei Proverbi la sapienza è personificata. Perché, allora, la sapienza è stata giustificata dai suoi figli?

Solo Dio ha l’assoluta sapienza, nessun altro. Quando mi giustifico, cioè, mi considero giusto, lo faccio adottando uno standard di giustizia. Le mie idee, il mio ragionamento e la mia cultura fanno parte del modello di quel che reputo giusto o sbagliato per me stesso.

Il problema è che questo standard sta sempre cambiando. Le cose che oggi ritengo siano giuste non sono le stesse di dieci anni fa e, probabilmente, saranno diverse dalla mia opinione tra dieci anni. Tu consideri, ormai, antiquate le idee dei tuoi genitori e dei tuoi nonni, ma dimentichi che i tuoi figli e i tuoi nipoti penseranno lo stesso di te.

Così, quando adotto il mio standard come essendo quello giusto, escludo lo standard divino. Quando do la mia opinione per scontata, escludo l’opinione divina. Quando la mia sapienza è il punto di riferimento, automaticamente metto da parte la sapienza divina. Finisco per comportarmi come un figlio, un’opera o un risultato della mia sapienza stessa.

Di conseguenza, se l’essere giusto è ciò che sono io, allora Dio è ingiusto, perché il mio standard è per forza diverso dal suo. Ma se credo in Gesù, se sono nato di nuovo come un figlio di Dio, essendo opera sua, giustifico Dio e lo considero giusto. La sapienza è quindi giustificata dai suoi figli e confermata dalle sue opere.

Ora pensa a ciò che Paolo ha detto ai Colossesi: “Nel quale (in Cristo) tutti i tesori della sapienza e della conoscenza sono nascosti” (Colossesi 2:3). Quando credi in Gesù come il tuo Salvatore, lo Spirito Santo di Dio viene ad abitare in te. Tutti i tesori della sapienza e della conoscenza di Dio, che sono in Cristo, sono a tua disposizione.

Sapendo questo, avresti il coraggio di fidarti della tua sapienza e di seguire il modello creato dai tuoi ragionamenti? Il paradosso di tutto ciò è che non sono i sapienti, conforme agli standard umani, a capirlo. Sono i piccoli che vedremo nei prossimi 3 minuti.

Mario Persona - (Tradotto da Cristina Fioretti)

Popular Posts