"E l'Eterno mi rispose e disse:
'Scrivi la visione, incidila su delle tavole,
perché si possa leggere speditamente'". Abacuc 2:2

#129 - Figli - Giovanni 1:12-13

È un grande inganno pensare di essere figli di Dio per natura. Non lo siamo. Se volessimo sapere di chi siamo figli, ci basterebbe leggere quello che l’apostolo Paolo afferma nella sua lettera agli Efesini. Lì scrive ai cristiani, i quali vivevano a Efeso, che prima della loro conversione, quando camminavano ancora seguendo il corso di questo mondo, secondo il diavolo e secondo i propri istinti e pensieri, erano “figli della disubbidienza” e “figli d’ira” (Efesini 2:1-3).

Quindi, se non ti sei ancora convertito a Gesù, questi titoli “figli della disubbidienza” e “figli d’ira” potrebbero sembrarti troppo forti e per niente politicamente corretti da essere qui menzionati, però tutto questo è esattamente ciò che la Bibbia dice su di te. E in questo vangelo ci è molto chiaro che non siamo figli di Dio per natura perché Giovanni ci parla di una nuova nascita, di una nascita spirituale, che non ha nulla a che fare con la nostra esistenza come esseri umani.

Dopo aver indicato che Gesù “è venuto in casa sua, e i suoi non l’hanno ricevuto”, il testo continua dicendoci che “a tutti quelli che l’hanno ricevuto egli ha dato il diritto di diventar figliuoli di Dio” (Giovanni 1:11-12). Perciò, se le persone ricevono il titolo di “figli di Dio” soltanto dopo aver creduto in Gesù, allora, in precedenza, non avrebbero mai potuto dire di possedere questo privilegio, vero? E c’è ancor di più.

Non si diventa figli di Dio per discendenza, per volontà propria o di qualcun altro. Cioè, anche se i tuoi genitori sono figli di Dio, perché credono in Gesù, ciò non ti renderà automaticamente un figlio di Dio. Inoltre, non sarà neppure per mezzo dei tuoi sforzi che acquisterai questo titolo e questa posizione. E nemmeno per lo sforzo o la volontà di un altro essere umano, come se ci fossero delle persone aventi il potere di trasformare gli altri in figli di Dio, sia attraverso qualche preghiera, l’imposizione delle mani o come per magia!

Il vangelo ci rivela che i figli di Dio “non sono nati da sangue, né da volontà di carne, né da volontà d’uomo, ma son nati da Dio.” (Giovanni 1:13). Proprio così, la nuova nascita, ossia la nascita dall’alto o spirituale, è qualcosa fatta solo da Dio. Così come non è stato attraverso il tuo sforzo che sei nato in questo mondo, non sarà attraverso il tuo sforzo che nascerai di nuovo, ma soltanto tramite l’opera e la grazia di Dio.

Se ancora credi che Gesù sia un essere illuminato, paragonabile a qualche guru, angelo o extraterrestre, non sei ancora nato di nuovo. Se ancora credi che sia tramite i tuoi sforzi che arriverai in cielo, devi ancora nascere di nuovo. Se credi che, essendo un essere umano, tu sia conseguentemente un membro della famiglia di Dio, non hai ancora capito cosa ci dice il vangelo. Prima dei prossimi 3 minuti sarebbe meglio credere in Gesù e chiedergli di salvarti, se vuoi veramente diventare un figlio di Dio.
 
Mario Persona - (Tradotto da Cristina Fioretti)

Popular Posts