"E l'Eterno mi rispose e disse:
'Scrivi la visione, incidila su delle tavole,
perché si possa leggere speditamente'". Abacuc 2:2

#137 - La richiesta di Maria - Giovanni 2:1-11

Alcuni leggono il capitolo due del Vangelo di Giovanni e ne ricavano la seguente conclusione: Maria ha chiesto a Gesù di risolvere il problema della mancanza di vino, quindi qualunque cosa domandiamo a Maria, lei la rivolgerà a suo figlio e lui compirà la volontà di sua madre. Ma forse lei qui gli chiede qualcosa? No.


Maria semplicemente gli fa notare che il vino era finito. Sebbene avesse potuto desiderare che Gesù facesse qualcosa al riguardo, non glielo chiede esplicitamente. Gesù, a sua volta, dice a Maria: “Che v’è fra me e te, o donna?” (Giovanni 2:4). La parola “donna” usata da lui non è irrispettosa ma equivale a “signora”, ossia “Signora Maria”, come si direbbe oggi. Però l’espressione “che v’è fra me e te?” rende chiaro che Maria non ha alcuna influenza su Gesù e sul suo ministero.


In un’altra occasione i discepoli avvertono Gesù che sua madre e i suoi fratelli lo stavano cercando per parlargli. E lui gli risponde: “Chi è mia madre, e chi sono i miei fratelli?” E poi continua dicendo: “chiunque avrà fatta la volontà del Padre mio che è nei cieli, esso mi è fratello e sorella e madre.” (Matteo 12:48-50). Il suo ministero non era soggetto a vincoli naturali di parentela, ma esclusivamente alla volontà di Dio Padre.


Fra tutte le donne, Maria era stata “l’elettaper portare nel suo grembo il Figlio di Dio, generato dallo Spirito Santo. La sua missione, però, non va oltre, e non la trovi mai come mediatrice tra gli uomini e Gesù. Qualsiasi informazione su Maria che vada al di là di quello che c’è scritto nella Parola di Dio, sarà un’invenzione umana.


Nel Nuovo Testamento ci sono solo una ventina di riferimenti a Maria, mentre il nome di Gesù compare quasi mille volte. Ed è questo stesso Gesù che ci dice: “Venite a me, voi tutti che siete travagliati ed aggravati, e io vi darò riposo.” (Matteo 11:28). Come si può disprezzare un invito del genere e osare andare da Maria o da chiunque altro nel momento del bisogno?


Non pensare che si stia qua mancando di rispetto alla memoria di Maria. Ti sto soltanto dicendo di concentrarti su colui che Dio, i profeti e gli apostoli hanno concentrato la loro attenzione: su Gesù. Non si trova nessun accenno a Maria nelle lettere degli apostoli. Se mai ci fosse stata qualche importante dottrina relativa a lei, non credi che Paolo e gli altri apostoli ce ne avrebbero parlato?


Nel nostro capitolo Maria dice, solo ai servi, di fare tutto ciò che Gesù gli avrebbe detto, e questo sì che è un saggio consiglio. Maria è stata salvata da Gesù, l’unico senza peccato, è morta e ora è in cielo, in spirito, in attesa della risurrezione, con tutti quelli che hanno creduto in Gesù in tutte le epoche. Chiedere qualcosa a lei o a qualunque altra persona già deceduta, è invocare i morti, essendo un atteggiamento condannato fermamente dalla Bibbia (Deuteronomio 18:11). Rispetti e ammiri Maria? Allora segui il suo consiglio: guarda solo Gesù e fa’ quello che ti dice lui. E nei prossimi 3 minuti lui ordinerà ai servitori di riempire d’acqua le pile.


Mario Persona - (Tradotto da Cristina Fioretti)

Popular Posts