"E l'Eterno mi rispose e disse:
'Scrivi la visione, incidila su delle tavole,
perché si possa leggere speditamente'". Abacuc 2:2

#100 - La seconda venuta di Cristo - Matteo 24:27-30

La seconda venuta di Cristo sarà visibile in tutto il mondo, contrariamente al rapimento segreto della Chiesa, cioè di quelli che hanno creduto in Gesù e che dovrà occorrere circa sette anni prima. “Perché, come il lampo esce da levante e si vede fino a ponente, così sarà la venuta del Figliuol dell’uomo.” (Matteo 24:27).

Quando Gesù è venuto per la prima volta, come un umile essere umano, è stato respinto e consegnato a morte. La sua seconda venuta non sarà così. Non verrà più in forma di servo, annichilendo se stesso (Filippesi 2:7), ma si presenterà in gloria e in maestà. Quando Gesù è morto sulla croce “si fecero tenebre per tutta la terra” (Matteo 27:45), ed essa ha tremato. Quando lui tornerà “il sole si oscurerà” un'altra volta (Matteo 24:29), e l’intero firmamento sarà scosso. Matteo ci parla delle “stelle che cadranno dal cielo” e del “segno del Figliuol dell’uomo” essendo visto nel cielo da chiunque.

Allora tutti capiranno in un attimo, sì, tutte le nazioni del mondo si lamenteranno quando vedranno venire il Figlio dell’Uomo sulle nuvole del cielo con gran potenza e gloria. Il profeta Zaccaria ci rivela i sentimenti di Gesù in quell’occasione: “Essi riguarderanno a me, a colui ch’essi hanno trafitto” (Zaccaria 12:10).

Riesci a immaginare come sarà veder tornare colui che gli uomini credevano d’essersi sbarazzati sulla croce? Sarà lo stesso Gesù che il popolo aveva scelto di far morire al posto di Barabba, un ladro e assassino, senza poter immaginare che lui lì stava veramente morendo al posto dei peccatori. Sarà lo stesso Gesù in nome del quale sono state realizzate crociate e guerre sanguinose. Sarà lo stesso Gesù in nome del quale sono stati uccisi milioni di veri cristiani. Infine, sarà lo stesso Gesù il cui nome è ora sfruttato dai “mercanti di anime”.

Sì, certamente, in quel momento nessuno avrà più alcun dubbio. Il disprezzato falegname emergerà come il Re dei re e il Signore dei signori. Il condannato afflitto, il cui volto era stato preso a pugni e sputato dai suoi carnefici, stavolta scenderà dai cieli col viso splendente come il sole. L’umile Agnello verrà come un Leone, e non più montato su di un asinello ma farà delle nuvole il suo carro.

La seconda venuta di Gesù sarà degna di colui “il quale è l’immagine dell’invisibile Iddio, il primogenito d’ogni creatura; poiché in lui sono state create tutte le cose, che sono nei cieli e sulla terra; le visibili e le invisibili”, uomini e angeli. “Tutte le cose sono state create per mezzo di lui e in vista di lui”, dall’atomo all’universo con le sue innumerevoli galassie. “Ed egli è avanti ogni cosa, e tutte le cose sussistono in lui” (Colossesi 1:15-17). È Gesù che sostiene “tutte le cose con la Parola della sua potenza” (Ebrei 1:3), inclusi tu ed io.

Se non hai ancora creduto in Gesù, adesso è arrivata l’ora. Perché coloro che non crederanno in lui prima che avvenga il rapimento segreto della Chiesa, trascorreranno poi i sette anni di tribolazione credendo piamente nell’Anticristo, e vedranno Gesù venire dal cielo non più come Salvatore, ma come Giudice. Oggi la salvezza è offerta gratuitamente. E dopo? Sarà meglio non correre questo rischio, vero? Nei prossimi 3 minuti gli angeli partiranno per una missione di riscatto.

Mario Persona - (Tradotto da Cristina Fioretti)

Popular Posts